Nel 1998

nasce a Rimini Tecnologie ambientali S.r.l. dall'esperienza decennale dell'attuale amministratore unico e Legale rappresentante Maurizio Succi.
Sin dalla sua fondazione, la Società svolge le attività di servizi di smaltimento, trattamento, recupero e valorizzazione di rifiuti in genere a cui affianca la costruzione e la gestione di impianti di smaltimento, trattamento, stoccaggio di rifiuti in genere, la progettazione e la consulenza alle attività di trattamento e smaltimento rifiuti, compresi la direzione e il coordinamento tecnico amministrativo delle stesse.

Importante ruolo riveste l'intermediazione dei rifiuti, materiali di recupero e riciclabili, nonché di materie prime e di sottoprodotti.
La società inoltre realizza bonifiche e risanamenti ambientali in genere.
Da non dimenticare la realizzazione di opere infrastrutturali.
Le attività svolte e gli insediamenti produttivi sono dislocati prevalentemente nelle aree centro-settentrionali in particolare Emilia Romagna, Veneto e Toscana. I committenti principali sono costituiti dai Comuni, Enti pubblici in genere, Società miste o soggetti privati titolari di attività di trattamento/smaltimento rifiuti.

Energie Rinnovabili

Dal 2010, parallelamente al settore rifiuti, l'azienda si è indirizzata verso il settore energetico, riuscendo a realizzare in pochi anni circa 50 impianti fotovoltaici soprattutto su edifici pubblici, verso i quali sono state destinate innumerevoli risorse, facendo ricorso alla formula di project financing.
È stato realizzato un importante impianto per la produzione di energia elettrica utilizzando il gas biologico prodotto dalla decomposizione anaerobica dei rifiuti. L'azienda sta ora indirizzando le sue ricerche, studi e finanziamenti verso la realizzazione di impianti di produzione energia da biomasse vegetali con particolare interesse a sottoprodotti provenienti della gestione del verde e delle attività forestali, avendo in cantiere già 2 impianti.

Ricerca e ambiente

Continuano inoltre gli studi e i finanziamenti per opere di progettazione realizzazione e gestione di impianti di trattamento rifiuti sia solidi che liquidi.
Notevoli passi avanti sono stati fatti nel settore delle bonifiche ambientali, ci siamo impegnati in progettazioni di impianti di separazione rifiuti solidi e impianti di stabilizzazione della frazione di rifiuto umida.
Notevole importanza nell'ultimo periodo riveste la progettazione, la realizzazione e la gestione di impianti per il trattamento di rifiuti liquidi in particolare con la tecnica dell'osmosi inversa.

Lo Staff

Tecnologie Ambientali - Maurizio Succi

Maurizio Succi

General Manager

Fondatore e attuale amministratore della società, da oltre 30 anni è impegnato nel settore ambientale. Direttore tecnico e di bonifica ambientale.
Tecnologie Ambientali - Patrizia Piastra

Patrizia Piastra

Manager

Co-fondatrice della società, si occupa della parte amministrativa in particolare della pianificazione finanziaria.
Tecnologie Ambientali - Salvatore De Vita

Salvatore De Vita

Direttore Tecnico

Geometra. È responsabile dell'ufficio acquisti e gestisce le risorse umane. Inoltre coordina la progettazione civile e gestisce la contrattualistica in genere.
Tecnologie Ambientali - Margherita Succi

Margherita Succi

Head Accounts

Laureata in economia e amministrazione delle imprese. Specializzata in marketing e management. Si occupa di contabilità e amministrazione economico-finanziaria degli impianti in gestione.
Tecnologie Ambientali - Mara Bianchi

Mara Bianchi

Tender & Quality Manager

Responsabile dell'ufficio gare e del sistema qualità e gestione ambientale, coordina il settore dell'intermediazione rifiuti e svolge anche importanti cariche amministrative.
Tecnologie Ambientali - Filippo Bellini

Filippo Bellini

Project Manager

Ingegnere Ambientale iscritto all'albo sezione A. Dirige il settore della progettazione e gestione di impianti fotovoltaici e di impianti biogas, svolge la direzione cantieri e si occupa di tutte le pratiche di incentivazione degli impianti.
Tecnologie Ambientali - Fabrizio Quadrelli

Fabrizio Quadrelli

Project Manager

Ingegnere Edile iscritto all'albo sezione A. Dirige il settore della progettazione e gestione di impianti di cogenerazione e la progettazione e gestione di impianti di trattamento di rifiuti solidi e liquidi, svolge la direzione cantieri.
Tecnologie Ambientali - Roberto Lattanzi

Roberto Lattanzi

Safety & Health

Geometra. Svolge il ruolo di tecnico per la sicurezza sia nelle attività aziendali che cantieristiche, coadiuva nella progettazione e in particolare si occupa dell'editing, esperto nella gestione cantieri.
Tecnologie Ambientali - Claudio Nistri

Claudio Nistri

Responsabile Amministrativo

Laureato in economia e commercio. Si occupa di contabilità e amministrazione economico-finanziaria degli impianti in gestione, e affianca la proprietà nella gestione dei rapporti con gli istituti di credito.
Tecnologie Ambientali - Danilo Bugli

Danilo Bugli

Perito Elettronico

Diplomato Perito Elettronico, si occupa della gestione degli impianti fotovoltaici aziendali, della progettazione di impianti elettrici e del controllo della loro realizzazione.
Chi Siamo

Attestati

ISO 9001:2008

ISO 9001

Certificazione di sistemi di gestione per la qualità ISO 9001. L'applicazione delle norme ISO 9000, attraverso un'ottimizzazione del sistema di gestione interno, promuove il miglioramento continuativo delle prestazioni aziendali nel tempo, accrescendone la competitività sul mercato.

ISO 14001:2004

ISO 14001

ISO 14001 è la norma internazionale che identifica gli standard che un'azienda deve rispettare. Si tratta di una scelta volontaria da parte dell'azienda, che decide di tenere sotto controllo gli impatti delle proprie attività e di impegnarsi in modo sistematico per ridurli.

Attestazione SOA

Attestazione SOA

L'Attestazione SOA è la certificazione obbligatoria per la partecipazione a gare d'appalto e per l'esecuzione di appalti pubblici di lavori; ovvero un documento necessario e sufficiente a comprovare, in sede di gara, la capacità dell'impresa di eseguire, direttamente o in subappalto, opere pubbliche di lavori con importo a base d'asta superiore a € 150.000,00.

Iscrizione ANGA - Categoria 8D

Categoria 8

Iscrizione all'Albo come azienda che svolge attività di intermediazione e di commercio di rifiuti senza detenzione degli stessi.

Iscrizione ANGA - Categoria 9C

Categoria 9

È valida per lo svolgimento di servizi singoli e specifici di bonifica di siti.

Attestati

Le Eccellenze

Assicuriamo la corretta applicazione delle tecnologie utilizzate puntando al miglioramento e all'adozione di tecnologie più avanzate specialmente in termini di ambiente e sicurezza.
Grazie ad uno staff di professionisti Restiamo costantemente aggiornati sulle nuove tecnologie presenti sul mercato e miglioriamo quelle esistenti per poter offrire consulenza e progettazione "Globale", seguiamo ogni progetto dalle indagini preliminari al collaudo alla gestione dello stesso fino alla sua dismissione.

L'obiettivo

È il Miglioramento delle prestazioni votato all'ottenimento del minor impatto ambientale e al recupero delle risorse nel rigoroso rispetto delle disposizioni legislative nazionali e direttive comunitarie e di ogni altra prescrizione applicabile con particolare riferimento alla legislazione ambientale e alle particolari e specifiche normative sulla gestione dei rifiuti.

Civitella Val di Chiana

Civitella Val di Chiana

A Civitella Val di Chiana è in corso di realizzazione un impianto di gassificazione per combustione di cippato legnoso, derivante da materiale di manutenzione boschiva, per la produzione dell'energia elettrica. L'impianto realizzato con tecnologie all'avanguardia, ha una potenzialità di produzione di 199 KWh elettrici erogati, e prevede l'impiego dell'acqua calda prodotta. L'operazione, eseguita in project financing, consiste anche nella gestione, e si pone quale logica conseguenza della nostra attività nel settore della valorizzazione delle biomasse legnose.

Carbonia

Carbonia

Sono stati di recente ultimati i lavori di ampliamento della centrale di produzione di compost di qualità, di proprietà del Comune di Carbonia. Passato positivamente il collaudo tecnico ed amministrativo, l'attuale fase ci vede impegnati nella realizzazione di opere propedeutiche alla rimessa in funzione dello stabilimento. La Commessa era costituita da un appalto di tipo integrato, comprendente la progettazione esecutiva, la gestione materiale del cantiere e di tutte le forniture ad esso necessarie.

Fabriano

Fabriano

Presso il quartiere Campo Sportivo e Santa Maria, è stato completato e messo in funzione l'impianto di trattamento di acque di falda per la bonifica da inquinante tetracloroetilene. La gara d'appalto comprendeva, oltre alla fornitura dell'impianto, la progettazione esecutiva, le opere accessorie e la gestione per un lasso di tempo offerto. Oltre al monitoraggio ambientale delle acque in ingresso e in uscita reimmesse in natura.

Ca

Ca' Lucio

All'interno della discarica di Marche Multiservizi di Urbino, è stato realizzato un impianto di trattamento di depurazione del percolato presente nel sito. L'operazione è avvenuta tramite aggiudicazione della relativa gara d'appalto, ma in project financing, comprensiva della progettazione, con una concessione per la gestione diretta di sei anni.

In Vetrina

Tecnologie Ambientali - Project Financing Tecnologie Ambientali si aggiudica contratti quasi esclusivamente partecipando a gare pubbliche d'appalto.

L'azienda agisce principalmente in project financing: ossia finanziando totalmente la realizzazione di un'opera pubblica con capitali privati (senza oneri per la Pubblica Amministrazione), che verranno rimborsati e remunerati con l'esercizio dell'opera stessa.

Si tratta di uno strumento di finanziamento, utilizzato di norma per i progetti di alta intensità di capitale, alla cui realizzazione la Pubblica Amministrazione non riesce a far fronte con risorse proprie e per i quali il ricorso al tradizionale finanziamento bancario risulterebbe inappropriato; quindi, il capitale privato si mostra così indispensabile per far fronte alla necessità di integrare le risorse finanziarie pubbliche.

Grazie all'introito dei contributi di GSE (nei casi di impianti per la produzione di energia elettrica) o all'introito delle tariffe predeterminate (nel caso di impianti di trattamento rifiuti in genere) l'azienda riesce a rientrare del suo investimento e alla remunerazione del capitale impiegato.

Project Financing

TECNOLOGIE AMBIENTALI S.R.L.

Via Melozzo da Forlì, 36
47921 - Rimini (RN)

TEL. +39 0541.787772
FAX   +39 0541.902456

C.F. e P.IVA 02603960408

info@tecnologie-ambientali.it

Contattaci subito

Inserisci i caratteri riportati nell'immagine
Invio messaggio in corso... Messaggio inviato con successo.
Contatti
Bilancia
Testo
Rifiuti
Recupero
Ricerca
Dragaggio
Bonifica
Info
Discariche
Barriera
Osmosi Inversa
Didascalia
Acque Depurate
Risparmio
Acque Depurate
Irrigazione

Bonifiche da amianto

Si è stimato che sul territorio nazionale, nonostante la messa al bando del minerale da oltre un ventennio, siano ancora presenti dalle 20 alle 30 milioni di tonnellate di materiali in cui vi è la presenza di asbesto (sinonimo di amianto); per la verifica dei Materiali contenenti amianto (M.c.a.), presenti all'interno degli edifici costruiti, modificati o ristrutturati a ridosso del periodo in cui l'amianto era in commercio, si deve procedere con un intervento mirato di censimento del materiale.

L'attività di censimento dei M.c.a. deve essere effettuata da parte di tecnici esperti e abilitati alle attività di verifica e ispezione dei fabbricati, finalizzati alla verifica di presenza o assenza di amianto in impianti, strutture ed opere facenti parte dell'edificio stesso; nell'intervento di ispezione, il tecnico incaricato procede alla verifica nelle seguenti modalità:

  • Ispezione visiva della struttura, degli impianti e delle opere esistenti, finalizzata alla verifica di eventuali M.c.a. presenti; tale intervento è mirato a circoscrivere, individuare e quantificare gli eventuali materiali sospetti presenti, ed è affidata unicamente all'esperienza e all'occhio esperto del tecnico censitore, che si può eventualmente avvalere di documentazione tecnica, reperita e relativa al fabbricato in oggetto.
  • Campionamento di M.c.a. e materiali sospetti; nel caso in cui il tecnico censitore verifichi la presenza o la sospetta presenza di amianto all'interno della struttura, potrà provvedere ad effettuare dei prelievi del materiale da avviare al laboratorio analisi, nel quale, attraverso delle specifiche verifiche come la microscopia ottica o la scansione elettronica, si rilevano anche le più¬†piccole tracce di amianto all'interno dei campioni prelevati. Anche per le attività di campionamento, il tecnico incaricato dovrà procedere adottando idonee procedure di sicurezza, rispettando in questo modo le condizioni minime di sicurezza per la tutela della salute ed evitando anche la contaminazione gli ambienti circostanti.
  • Rilascio di Certificazione per il fabbricato; a conclusione dell'attività di censimento di un edificio, sulla base dell'ispezione effettuata, dei m.c.a. rilevati e degli esiti dei campionamenti analizzati, il tecnico provvede a redigere una Relazione finale su fabbricato, dove vengono analizzati sotto ogni aspetto tutte le condizioni dell'edificio e riportati i Materiali contenenti Amianto riscontrati, in cui si riportano gli interventi da attuare, previsti anche dalla normativa in vigore (D.Lgs. 6/9/94)

I tecnici esperti nell'attività di censimento amianto della Società Tecnologie Ambientali operano nel settore da diversi anni, ed hanno ottenuto tutte le abilitazioni necessarie a ricoprire tale incarico; tra le attività di maggior rilievo eseguite, si possono elencare l'ispezione di oltre 55 fabbricati di proprietà del Comune di Rimini, tra cui scuole ed edifici pubblici, i quali attualmente sono gestite da una azienda parastatale denominata Anthea. Per evidenziare quanto la presenza di M.c.a. sia possibile all'interno di strutture esistenti, si fa presente che in almeno il 40% degli edifici ispezionati si sia accertata la presenza anche minima di amianto, rilevato all'interno di impianti di ventilazione, nelle Centrali termiche, in manufatti rilevati e sulle coperture.

Le attività di censimento di fabbricati e aree edificate eseguite da tecnici abilitati, fanno si che venga accertata la presenza di m.c.a. in corrispondenza di strutture esistenti; la sola presenza di materiali contenenti amianto in un edificio, non comporta di per sé un pericolo per la salute degli occupanti se il materiale è in buone condizioni e non viene manomesso. Invece in presenza di materiali danneggiati e in cattive condizioni di conservazione, ci può essere il distacco di fibre di amianto scarsamente legate al resto del materiale. È sempre compito del tecnico accertatore la verifica e la definizione della tipologia di amianto riscontrata in sito, ovvero se il materiale trovato risulti in Matrice Friabile o Compatta; tale differenziazione viene richiesta anche dalla normativa in vigore, ovvero il D.Min. 6 Settembre 1994, riportante le metodologie e le tecniche di applicazione relative alla cessazione dell'impiego di amianto.

Per Matrice Friabile, si intende quel materiale che può essere facilmente ridotto in polvere con la semplice pressione manuale;

Per Matrice Compatta si definisce quel materiale duro che può essere ridotto in polvere solo con l'impiego di attrezzi meccanici (pinze, dischi abrasivi, frese, trapani, ecc.).

Tale distinzione risulta molto importante, in quanto se il m.c.a. rilevato rientra nella Matrice Friabile, le fibre di amianto che costituiscono il materiale hanno la possibilità di disperdersi nell'ambiente circostante, con conseguente aumento del rischio di contaminazione ed inalazione da parte del personale presente. In questo caso, la normativa vigente prescrive di intervenire bonificando l'area contaminata.

Gli interventi di bonifica che siamo in grado di eseguire rientrano nelle seguenti casistiche:

  • Bonifica tramite Rimozione:
    Come dice la parola stessa, l'intervento prevede la rimozione completa del m.c.a. rilevato, con la restituzione dell'ambiente sanato e privo di qualsiasi materiale contaminato.
  • Bonifica tramite Incapsulamento:
    L'intervento prevede il mantenimento dei m.c.a. presenti e l'impiego di sostanze fissative ed incapsulanti che vengono applicate a spruzzo sulle superfici contaminate; questi prodotti hanno la funzione di rivestire il materiale, che viene così incapsulato perdendo la possibilità di dispersione delle fibre nell'ambiente.
  • Bonifica mediante Confinamento:
    L'opera di bonifica consiste nella realizzazione di una barriera fissa e solida, che permette la delimitazione di aree contaminate, mantenendo il m.c.a. nell'ambiente in cui è presente; tale metodo mira unicamente a limitare l'esposizione e l'inalazione di fibre di amianto da parte del personale presente, realizzando una compartimentazione/divisione degli spazi.

La Società Tecnologie Ambientali, svolge l'attività di smaltimento rifiuti a 360° ed oltre alle attività di Censimento si è occupata, anche di bonifiche di coperture in Cemento/amianto (Eternit), con conseguente ricostituzione delle coperture bonificate.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Accetta
Maggiori informazioni